Le migliori canzoni che Prince ha scritto per altri artisti

Prince aveva così tanto talento a disposizione che non aveva problemi a firmare hit per artisti di ogni tipo, provenienti da ogni possibile derivazione del genere pop
Photo by Michael Ochs Archives/Getty Images

Photo by Michael Ochs Archives/Getty Images


“Nasty Girl” Vanity 6

La hit scritta da Prince per il gruppo al femminile in lingerie è un grande successo nei club, anche se non altrettanto in radio per via del testo cantato dalla 19enne Vanity: “Cerco un uomo con cui fare sesso ovunque / anche sul pavimento di una limousine”. «Siamo tutti venuti al mondo attraverso il sesso», ha detto Vanity, «è ridicolo nascondersi, e fa anche paura».

“777-9311” The Time

Questa hit scritta per gli amici di Minneapolis anticipa Timbaland e il trap rap. Il nu- mero di telefono è quello vero del chitarrista dei Revolution Dez Dickerson, che secondo Jesse Johnson dei Time «l’ha presa male».

“The glamorous life” Sheila E.

Quando la percussionista e cantante Sheila E. incontra Prince per la prima volta, lui le dice: «So chi sei, ti seguo da tempo. Io e il mio bassista André Cymone litighiamo sempre su chi riuscirà a sposarti». Questa hit da Top 10 è solo uno dei tanti frutti della loro proficua collaborazione.

“Jungle love” The Time

Si discute ancora oggi su chi abbia scritto la hit più famosa dei Time, di cui Prince è stato il mentore. Il chitarrista Jesse Johnson dice di averla composta lui con un registratore a otto piste comprato con i soldi guadagnati con il tour dell’album 1999. Ma il tecnico del suono Susan Rogers ha detto: «Prince ha registrato ogni nota di quel pezzo».

“Sugar Walls” Sheena Easton

Un pezzo che scatena la reazione del Parents Music Resource Center, che la inserisce nella lista delle 15 canzoni da bandire dalle radio per via del suo testo esplicito. «Non mi offende il fatto che i genitori non volessero fare ascoltare Sugar Walls ai propri figli», ha detto Sheena: «Questo pezzo è riuscito comunque a trovare il suo pubblico».

“Manic Monday” The Bangles

Nel 1984 Prince si mette in contatto con la band di revi- val pop anni ’60 al femminile The Bangles, che al tempo erano un gruppo abbastanza sconosciuto che veniva dal circuito del college radio. Anche se loro hanno già rifiutato un suo pezzo, Prince gli regala una canzone che era stata già registrata per il disco di debutto di Apollonia 6. La Warner Bros elimina il pezzo dal disco di Apollonia e, grazie a un nuovo arrangiamento personalizzato, le Bangles sono pronte per piazzare la loro prima hit in classifica.

“Nothing Compares 2 U” Sinead O’ Connor

Il pezzo più famoso di Prince non cantato da Prince viene registrato nell’85 per i Family, il gruppo di Paisley Park guidato dalla fidanzata di Prince Susannah Melvoin. La versione emozionante goth-soul di Sinead O’Connor arriva al n.1. «Abbiamo avuto quella canzone più a lungo possibile», dice Prince a Rolling Stone, «poi toccava a qualcun altro prenderla».

“Round and Round” Tevin Campbell

Il debutto solista del 13enne fenomeno dell’R&B Campbell, nominato ai Grammy Awards, fa parte della colonna sonora del sequel di Purple Rain, Graffiti Bridge, che non ha altrettanto successo anche a causa del finale drammatico. Campbell recita nel film e, grazie a questo pezzo dall’atmosfera positiva, raggiunge il n.13 in classifica e diventa una star.

“The Sex of It” Kid Creole and the Coconuts

Mentre la carriera di Prince decolla, un’altra band punk- funk si fa avanti in classifica, i Kid Creole and the Coconuts. «Ha detto che gli dispiaceva per me perché, anche se avevo avuto molto successo in Europa, non ero diventato una star in America», dice August “Kid Creole” Darnell: «Ha detto che questo pezzo mi avrebbe aiutato, ma non lo ha fatto!».

“Love… Thy Will Be Done” Martika

Dopo il singolo numero uno in classifica Toy Soldiers e il suo esordio omonimo, la cantante pop Martika chiede aiuto a Prince per il secondo atto della sua carriera, scrive un testo su un quaderno e lo porta a Paisley Park. Prince chiede se può fotocopiarlo. «Una settimana dopo ho rice- vuto un fax con una canzone con il mio testo e altre strofe scritte da lui. Il giorno dopo ho ricevuto una cassetta con la musica», dice Martika.