MUSICA / News

Giancane racconta il lato oscuro degli anni ’80 nel video di ‘Limone’, prodotto da Chef Rubio

Abbiamo chiacchierato con lo chef e con l'artista per farci raccontare qualcosa di più su questa collaborazione. Perché gli anni ottanta non sono quello che sembrano

di

Chi lo segue lo sa: Gabriele Rubini aka Chef Rubio è uno che non sta fermo un attimo. E così, dopo averlo visto cucinare di tutto, mangiare di tutto e girare l’Europa in compagnia di personaggi come Carmen Russo, ora ci presenta il suo primo video da produttore. Non il primo davvero, ma il primo per un musicista, Giancane, cantautore romano già ne Il Muro del Canto, che presenta il primo anticipo del disco in uscita quest’autunno, Limone. Potete vederlo qui sopra.

«È stato bello costruire con Giancarlo una storia che partisse da un fatto successo davvero: il furto della sua BMX per mano di due tossici quando era un bambino. Perché gli anni ’80 sono stati sì un bel periodo, ma non dimentichiamo che sono stati anche anni di degrado, dove sono morte un sacco di persone per l’eroina, per l’AIDS. Non sono stati anni felici, nonostante tanti ora ne raccontino sono la parte migliore». Da lì parte il progetto: «Abbiamo cercato e trovato una casa di produzione che potesse rappresentare al meglio quello che è il ‘sapore’ della canzone. Gli Image Hunters hanno capito subito cosa volevamo fare, a conferma che le cose belle nascono da più teste. Giancane si è fidato di me, e io mi sono fidato di chi ha realizzato la parte esecutiva. Il risultato è assolutamente quello che volevamo che fosse. Abbiamo girato all’Idroscalo, dove hanno ammazzato Pasolini. Luoghi dove vivono persone genuine, ma che sono dimenticate da tutti» dice Rubio.

Un progetto che vuole riportare nei videoclip musicali le storie che facevano emozionare i teenager incollati a MTV: «C’erano dei video con delle storie pazzesche. Prendi November Rain dei Guns. Le cose sono diventate più concettuali, visive. A me andava di raccontare una storia emozionante. Giancarlo è uno che si è fatto il culo, è bravo, ed era giusto dargli una mano anche in questo modo».

Uno scatto dal set di Limone. Foto di Paola Panicola e Anca Gabriela Rafan

Uno scatto dal set di Limone. Foto di Paola Panicola e Anca Gabriela Rafan

Tra le altre produzioni della TUMAGA, questo il nome della società di produzione dello chef, le video ricette-ricette in Lingua dei Segni, i mini reportage Point Of View, e Origami Italiani: «Mi diverto a far felici le persone. Sono contento di poter investire per creare delle cose belle».

Abbiamo sentito anche Giancane, a cui evidentemente gli anni ’80 hanno rotto il cazzo: «Beh, sì, considera che me li son vissuti tutti, vivendo a Ostia». Luogo in cui gli hanno rubato la bicicletta. E sulla collaborazione con Rubio dice: «Appena gli ho fatto sentire il provino mi ha subito detto ‘devo produrti il video!’. E così è successo. Sai com’è lui, no? Quando si appassiona si appassiona».

Questo è il primo anticipo del disco nuovo, in uscita a novembre. «Limone l’ho scritta questa primavera. Molti l’hanno visto come un dissing contro chi ha riportato un certo sound in classifica, ma non è assolutamente così. È semplicemente quello che mi ricorda quel periodo, niente di più».

Limone sarà presentato ufficialmente con uno showcase, venerdì 30 giugno all’Ex Dogana di Roma. Ci vediamo lì.

Altre notizie su: ,