È morto Chris Cornell

La notizia arriva da fonti certe come un fulmine a ciel sereno: lo storico frontman dei Soundgarden e degli Audioslave aveva 52 anni
Chris Cornell era nato nel 1964. Foto: Stacy L. Revere/Getty Images

Chris Cornell era nato nel 1964. Foto: Stacy L. Revere/Getty Images


Tragedia nel mondo della musica: è morto Chris Cornell, storico frontman dei Soundgarden e degli Audioslave. La notizia arriva da fonti certe come un fulmine a ciel sereno.

Il cantante aveva 52 anni e pare sia rimasto vittima di un malore improvviso e inaspettato a Detroit. Aveva 52 anni.

Poche ore prima, Cornell aveva suonato un concerto con i Soundgarden al Fox Theatre di Detroit.

La polizia ha trovato il corpo di Cornell senza vita all’interno della sua camera d’albergo al MGM Grand Detroit Hotel.

Sul suo profilo Twitter, l’ultimo aggiornamento risale a ieri sera:

La sua carriera iniziò a Seattle, sua città natale con i Soundgarden, gruppo che mise in piedi nel 1984. I Soundgarden furono tra i primi esponenti della scena grunge di Seattle. Il loro primo disco Ultramega OK venne pubblicato nel 1988. Nel 1994 furono consacrati grazie all’album Superunknown, che conteneva, tra le altre, la hit Black Hole Sun.

In contemporanea, Cornell fu anche il frontman del progetto Temple of the Dog, assieme ad alcuni componenti dei Pearl Jam. Tra il 2001 e il 2007, fu impegnato come voce degli Audioslave, un progetto formato con alcuni componenti dei Rage Against the Machine.

Tra il 1999 e il 2015, Cornell ha pubblicato cinque dischi come solista, l’ultimo è stato Higher Truth.

Attualmente era in tour con i Soundgarden, riunitisi dopo lo scioglimento del 1997, e stava scrivendo nuove canzoni per il disco del ritorno della band.