David Byrne a luglio in Italia per tre concerti

Tre appuntamenti imperdibili con il fondatore dei Talking Heads, a Ravenna, Perugia e Trieste

Foto via IPA


Arriva in Italia per tre appuntamenti esclusivi e imperdibili David Byrne, il mitico musicista fondatore e frontman dei Talking Heads dal 1974, della Luaka Bop oltre che produttore discografico, fotografo, regista, autore, e artista alla continua ricerca della sperimentazione.

Gli appuntamenti sono fissati per il 19 luglio al Pala De Andrè di Ravenna, il 20 luglio all’Arena Santa Giuliana di Perugia in occasione dell’Umbria Jazz per concludere il 21 in Piazza Unità d’Italia a Trieste.

Nella sua vastissima carriera, David Byrne, oltre ad aver regalato diamanti nel periodo Talking Heads, dal 1981 ha intrapreso una lunga ed illuminante carriera solista, collaborando con artisti del calibro di Brian Eno, Fatboy Slim, St. Vincent o Ryuichi Sakamoto, il compositore giapponese con cui realizzò la colonna sonora del film L’Ultimo Imperatore, diretto da Bernardo Bertolucci, che valse alla coppia di musicisti un Premio Oscar, il Golden Globe ed il Grammy negli anni 1988-1989. Ma i successi di Byrne sul grande schermo passano anche dall’Italia: un David di Donatello per il miglior musicista (This Must Be The Place, 2012) ed un David di Donatello per la miglior canzone originale (If It Falls, It Falls, 2012).

Inserito nella Rock and Roll Hall of Fame nel 2002, Byrne è uno dei massimi esponenti vivente di commistione fra le arti: sempre al limite delle possibilità creative, durante la sua carriera ha distrutto il confine tra arte e musica, portando le sue note dalle istallazioni visive nei musei fino ai teatri, dai palchi fino ai centri di ricerca neuro–scientifici.

Leggi anche: