Bufera Roger Waters: la copertina del nuovo album sarebbe un plagio

Lo ha stabilito il Tribunale di Milano, che ieri ha emanato un decreto per "impedire la propagazione dell'illecito". Il che significa la rimozione dell'album dal mercato

Meglio usare tutti i condizionali del caso: la copertina e le illustrazioni di Is this the life we really want?, il nuovo album di Roger Waters, sarebbero un plagio di alcune opere di Emilio Isgrò, artista siciliano famoso per la tecnica di cancellatura del testo.

Lo ha stabilito il Tribunale di Milano, che ieri, 16 giugno, ha emanato un decreto per “impedire la propagazione dell’illecito.” Ovvero, la vendita delle copie fisiche e digitali dell’album uscito il 2 giugno è stata proibita in Italia.

La copertina dell'album di Waters

La copertina dell’album di Waters

L’aspetto ancora più preoccupante per l’ex Pink Floyd è che il provvedimento potrebbe in poco tempo estendersi anche al resto del mondo. Nel frattempo però, l’album è ancora scaricabile da iTunes e Amazon e per ora disponibile sulle piattaforme di streaming.

Sony Music Italia, l’etichetta a cui si è affidato Waters, non ha ancora rilasciato comunicati ufficiali, ma potrà presentare reclami il 27 giugno all’udienza fissata dal tribunale.