Home Musica News Musica

Arrestato Phil Rudd, batterista degli AC/DC: avrebbe assoldato un killer per uccidere due persone

Il batterista, 60 anni, è libero su cauzione ma tornerà presto davanti a un giudice. Rischia fino a 10 anni. La band andrà in tour lo stesso?

Il batterista degli AC/DC, Phil Rudd, 60 anni, è stato arrestato a Tauranga (Nuova Zelanda) per possesso di cannabis e metamfetamine e per aver tentato di assoldare un killer per uccidere due persone. La polizia neozelandese non ha dichiarato i nomi delle potenziali vittime e del sicario.

Rudd è comparso davanti a un giudice nelle scorse ore. Ora è libero su cauzione, ma dovrà ripresentarsi in tribunale il 27 novembre per essere giudicato. La legge neozelandese punisce chi organizza un omicidio con fino a 10 anni di reclusione.

Rudd è stato batterista degli AC/DC dal 1975 al 1983, per poi tornare nel gruppo nel 1994 dopo essersi trasferito a Tauranga. Ha pubblicato il suo primo album solista (Head Job) ad Agosto.

Nelle ultime settimane la sua posizione negli AC/DC è diventata sempre più indefinita: non è nell’ultima foto ufficiale del gruppo, diffusa il mese scorso (la trovate qui sotto), dove ci sono solo (da sinistra) il bassista Cliff Williams, il cantante Brian Johnson e i chitarristi Angus e Stevie Young. AC DC ufficiale

Un portavoce della band, in quell’occasione, aveva detto a Rolling Stone che Rudd non era riuscito ad essere presente allo scatto della foto ma che era ancora un membro attivo degli AC/DC.

Ascolta qui Play Ball, la prima canzone anticipata del nuovo album Rock or Bust, che sarà pubblicato il 2 dicembre. Si attende si sapere se l’arresto di Rudd comprometterà il tour del gruppo, previsto per l’anno prossimo.

 

Leggi anche