Jake La Furia: «Fare schifo oggi conviene quanto essere bravi. Anzi, di più». E i Dogo prima o poi…

L'ex Club Dogo ha appena lanciato un nuovo singolo. Ci ha raccontato il suo rapporto con la tv, con gli haters e che il mestiere della musica è sempre un combattimento

Jake La Furia è venuto a trovarci in redazione, non solo per parlare del suo ultimo singolo El Party o dell’auspicata reunion dei Club Dogo, ma per raccontarci il suo rapporto con la tv, con gli haters e con il tanto amato reggaeton.

Il suo Carpool Karaoke – versione italiana del popolare show di James Corden – è finito da poco, e il rapper ne è molto orgoglioso. «Mi è sempre piaciuto fare lo scemo in tv». Quella sul piccolo schermo è «una vita parallela che ho avuto la possibilità di fare, e sono molto contento», dice. «Prima facevo solo partecipazioni, avere un programma tutto mio mi ha permesso di capire i meccanismi di questo mondo così complicato, tanto quanto quello della musica». E quello dei social? «Non ho un bel rapporto con gli haters. Una volta li avrei voluti prendere a bottigliate, ora invece ho capito che “l’haterismo” è il metro del successo».

Poi il reggaeton – «mi vanto con i miei amici tamarri di aver ascoltato il reggaeton da sempre» – e il rapporto complesso con gli altri del Club Dogo che, prima o poi, torneranno davvero, come nelle migliori telenovele. L’intervista completa è nel video in cima alla notizia.

Altre notizie su: