È morto Gualtiero Marchesi, il Maestro della cucina italiana

Si è spento a 87 anni nella sua casa di Milano. È stato l'innovatore della nostra tradizione, il primo italiano a conquistare le tre stelle Michelin e anche il primo al mondo a restituirle
Gualtiero Marchesi, foto IPA

Gualtiero Marchesi, foto IPA


Per tutti era il Maestro della cucina italiana, ma lui, umilissimo come solo i grandi sanno essere, diceva: “Non chiamatemi così”. Gualtiero Marchesi, la figura più importante della nostra enogastronomia, si è spento alle 18 di oggi nella sua casa milanese circondato dai familiari. Aveva 87 anni ed era malato di tumore.

Nato nel capoluogo lombardo il 19 marzo del 1930 da una famiglia di ristoratori, Marchesi nel suo campo è stato il primo in tutto: il primo a innovare la tradizione nel nostro Paese, il primo italiano a conquistare le tre stelle Michelin nel 1985 e anche il primo in assoluto al mondo a restituirle nel 2008, affermando di non volersi più “soggiogare al giochino dei punteggi”.

Titolare del ristorante ‘Il Marchesino’ e teorico di un’esperienza di “cucina totale”, nel 2004 ha aperto la scuola di formazione gastronomica più importante d’Italia, l’Alma di Colorno (Parma), per insegnare il mestiere del cuoco e del pasticcere ai giovani. Il prossimo 19 marzo, giorno della sua nascita, sarà presentato il film sulla sua vita, Gualtiero Marchesi: The Great Italian

Ecco il tweet di Carlo Cracco, uno dei suoi allievi più celebri insieme Davide Oldani, Enrico Crippa, Andrea Berton, Daniel Canzian, Paolo Priore.