Calendario Pirelli 2018, Alice nel Paese delle Meraviglie all black

La nuova edizione è firmata da Tim Walker ed è stata presentata a New York. Tra i protagonisti Naomi Campbell e Sean 'Diddy' Combs, ma anche Whoopi Goldberg

Un cast all black per reinterpretare Alice nel Paese delle Meraviglie, la mitica fiaba scritta da Lewis Carroll nel 1865. Il Calendario Pirelli 2018 è firmato dal fotografo britannico Tim Walker, che ha utilizzato il suo inconfondibile stile, fatto di scenografie fuori dal comune e motivi romantici, per rivisitare una delle storie più classiche della letteratura anglosassone.

A ispirare il suo racconto per immagini sono state soprattutto le illustrazioni che lo stesso Carroll aveva affidato a John Tenniel in occasione della prima edizione del 1865 e che in The Cal si trasformano in 28 scatti realizzati a Londra sei mesi fa, in 20 diversi set di una nuova Wonderland: «Alice è stata raccontata così tante volte, e penso di aver voluto andare indietro, alle origini dell’immaginazione dello scrittore. Volevo trovare un punto di vista diverso e originale» spiega Walker.

Il fotografo ha ritratto 18 personaggi, tutti strettamente di colore (come già era accaduto per il Calendario del 1987), alcuni già affermati e altri emergenti, tra i quali musicisti, attori, modelle, attivisti politici: «Sembra un’idea così semplice riproporre Alice nel Paese della Meraviglie con un cast tutto black» afferma lo stylist Edward Enninful. E allora troverete RuPaul nelle vesti della Regina di Cuori e Whoopi Goldberg in quelli della Duchessa: «Quando pensi al calendario Pirelli, so di non essere la faccia che viene subito in mente, ne sono consapevole ma la ragazze come me aspettano di vedere qualcuna con il mio aspetto sul calendario, quindi…. tadà!» racconta l’attrice.

Ma tra i protagonisti di The Cal 2018 c’è anche un grande ritorno: quello di Naomi Campbell (sul calendario per la quarta volta) nei panni di uno dei Boia reali, insieme a Sean “Diddy” Combs: «Credo che questa forte presa di posizione di Pirelli vada davvero contro ogni tipo di ignoranza. Le persone di colore di tutto il mondo devono sapere che sono re e regine e la storia di Alice nel Paese delle Meraviglie li mette in questa prospettiva». A prestare il volto ad Alice è la modella Duckie Thot.