Sam Rockwell, «’Tre Manifesti’ è fuori di testa!»

L'attore ha (finalmente) conquistato la sua prima nomination all'Oscar per il ruolo del poliziotto violento e razzista nella commedia nera di Martin McDonagh.

«Ero in scena con un’opera di Sam Shepard a New York e ricevere la sceneggiatura è stato qualcosa di davvero speciale. Avevo paura di non farcela ma dovevo per forza incastrare tutto». In Tre Manifesti a Ebbing, Missouri Sam Rockwell interpreta l’agente Jason Dixon, un poliziotto cocco di mamma, violento e razzista. Per questo ruolo è stato candidato (finalmente) all’Oscar. E per conquistare la statuetta di miglior attore non protagonista dovrà vedersela anche con Woody Harrelson, che nel film è lo sceriffo Bill Willoughby.

Nel video Rockwell racconta di come ha deciso che Tre manifesti era un progetto imperdibile, di quanto è straordinaria la protagonista Frances McDormand e del regista Martin McDonagh, che con questa storia si è inventato un genere. Il film ha ricevuto 7 nomination all’Oscar, tra cui quella per “Best Picture”.

Leggi anche: