Più sono ‘Brutti e cattivi’, più ci piacciono

A Venezia 74 (sezione Orizzonti) sono arrivati Claudio Santamaria, Marco D'Amore, Sara Serraiocco e Simoncino Martucci, ovvero i protagonisti della politicamente scorrettissima comedy di Cosimo Gomez

Cinema di genere che più nero non si può. Brutti e cattivi è kitsch, trash e qualsiasi aggettivo che esprima eccesso e politicamente scorretto vi venga in mente. E vi farà ridere.

«L’idea che mi ha divertito dal primo momento è che ogni essere umano può essere perfido, avido, spietato: anche i disabili» spiega il regista Cosimo Gomez «È uso comune avere un certo pietismo falso, che peraltro loro detestano: odiano essere compatiti».

Sara Serraiocco, Claudio Santamaria, Simoncino Martucci e Marco D'Amore a Venezia 74 per 'Brutti e cattivi' scattati da Fabrizio Cestari

Sara Serraiocco, Claudio Santamaria, Simoncino Martucci e Marco D’Amore a Venezia 74 per ‘Brutti e cattivi’, scattati da Fabrizio Cestari

Il Papero (Claudio Santamaria) è senza gambe e la sua bella moglie, Ballerina (Sara Serraiocco), è nata senza braccia. Il Merda (Marco D’Amore) invece è un rasta tossico e Plissé (Simoncino Martucci) un nano rapper in grado di aprire qualunque cassaforte. Insieme si improvvisano rapinatori per il colpo della vita ai danni di un clan mafioso cinese, ma ognuno dei quattro ha un piano tutto suo per tenersi il malloppo.

La soundtrack originale di Brutti e Cattivi (edizioni CAM/Gruppo Sugar e BMG Rights Management) è di The Sweet Life Society, la band guidata da Gabriele Concas e Matteo Marini, che ha suonato nei più famosi festival inglesi – Glastonbury, Eurosonic, Bestival, Lovebox, Wilderness, Latitude Boomtown.

Fa parte della colonna sonora anche Taggato dal Signore, composta dallo stesso regista del film Cosimo Gomez. Brutti e cattivi arriva nelle sale il 19 ottobre.