‘American Horror Story’: una scena è stata tagliata dopo la strage di Las Vegas

«Non possiamo mandare in onda quelle immagini, la violenza con le armi da fuoco è diventata troppo comune in questo paese»

La notte di Las Vegas, dove un terrorista armato con fucili a ripetizione ha ucciso 58 persone, è stata un evento traumatico per tutti e se ne parlerà ancora a lungo. Mentre il paese discute sulla legislazione delle armi e sul potere (per qualcuno eccessivo) della National Rifle Association, il mondo dell’intrattenimento deve confrontarsi sul possibile impatto traumatico di scene di sparatorie e omicidi di massa. Ed è per questo che la sequenza d’apertura di un episodio di American Horror Story: Cult è stata tagliata.

«Abbiamo deciso di modificare il montaggio dei primi minuti del prossimo episodio», ha spiegato un rappresentante di FX. «La scena, girata più di due mesi fa, mostra una serie di omicidi compiuti con armi da fuoco, immagini che sono diventate troppo comuni in questo paese e che potrebbero traumatizzare gli spettatori».

I produttori, comunque, hanno specificato che la versione originale dell’episodio sarà pubblicata sulle piattaforme on-demand nel prossimo futuro.

Leggi anche: